Noi e l’ambiente

dreamstimefree_1712865.jpgNegli ultimi anni si sente parlare sempre più spesso dell’ambiente e di come il nostro futuro sia pesantemente condizionato da come l’uomo sta oggi inquinando l’aria, l’acqua e la terra con politiche agricole ed energetiche che non tengono conto della limitata capacità del pianeta di ricostituire le risorse naturali che stiamo esaurendo, inquinando, ogni giorno di più.

Il problema riguarda tutto il mondo e coinvolge tutti gli stati, i governi e le loro popolazioni. Ci sono paesi in cui le condizioni socio economiche non consentono di programmare e portare avanti delle serie azioni che diminuiscano l’impatto che l’uomo ha sulla terra ma anche nei paesi “civilizzati”, quelli più ricchi, le intenzioni e i proclami sono innumerevoli, poi però ci si trova in molti casi con leggi e azioni che poco fanno per rallentare il consumo delle risorse naturali e l’inquinamento del pianeta.

Di fronte a tutto questo ci si sente piccoli e ci si chiede cosa, e se, possiamo fare noi per salvare il nostro pianeta, la nostra terra, la nostra casa….

Sappiamo tutti quanto l’ambiente in cui viviamo sia in stretto contatto con la nostra persona e la nostra salute, a prescindere dagli innumerevoli risultati di studi medici, a ognuno di noi è capitato di rendersi conto quanto ci si senta meglio nei luoghi, magari di villeggiatura, in cui l’aria è più pulita, luoghi in cui possiamo stare all’aria aperta e godere del profumo di un bosco o dell’odore del mare….

Eppure sembra quasi che la maggior parte di noi si senta impotente di fronte alle decisioni in tema di salvaguardia dell’ambiente, lasciando così “agli altri” il compito di agire, di fare qualcosa di concreto…..

Beh… la bella notizia è che le cose non stanno proprio così!

Le leggi di mercato in fondo sono abbastanza semplici, la regola principale è il guadagno.

Ma è la domanda che crea l’offerta.

E la domanda la facciamo noi.

Ogni giorno quando andiamo a fare la spesa, con il semplice gesto di scegliere e comprare del cibo per noi e la nostra famiglia scegliamo… e quello che scegliamo …. crea l’offerta.

Il consumo di cibo biologico, settore in cui in Italia siamo molto forti, è in crescita, e questo perché è aumentata la richiesta: mangiare cibi coltivati con il metodo biologico, liberi da pesticidi, conservanti, aggreganti, esaltatori di sapore, …. non è solo un modo concreto per tutelare e salvaguardare la nostra salute, ma anche per salvaguardare l’ambiente in cui viviamo, perché per produrre quello che mangiamo non è stato inquinato nessun campo, nessun fiume, non si sono sparsi nitrati ed anticrittogamici….

E siccome la domanda di cibi sani è aumentata, oggi è più facile trovarli non solo nei negozi e supermercati di settore (es. NaturaSi), ma anche in tutti gli altri supermercati che spesso fanno delle buone offerte e sconti di questi prodotti, consentendone l’acquisto senza dover spendere troppo..!!

Stessa riflessione vale per l’uso quotidiano che facciamo di detersivi e detergenti per pulire la nostra casa, i nostri abiti,…

Anche in questo caso possiamo scegliere detersivi ecologici, biodegradabili, e addirittura farne qualcuno in casa..!

Si, in realtà le nostre nonne già lo sapevano, acqua e bicarbonato, acqua e aceto sono dei pulitori e disinfettanti per l’acciaio del lavello della cucina, per i vetri delle finestre, per la pulizia degli elettrodomestici, per la ceramica dei sanitari..!!

Ho preparato io stessa un “pulitore universale”, che elimina l’unto in cucina, la sporcizia nel bagno, le impronte sui vetri e mobili.. non è tossico, non inquina, e dura a lungo….la “ricetta” l’ho trovata su un libro molto interessante (Ecologia della casa, Ed. Tecniche Nuove):

in un contenitore a spruzzo mettere acqua, una quantità doppia di aceto bianco e circa 20/30 gocce di un olio essenziale che gradite (limone, timo, pino, melaleuca, lavanda) che oltre a dare al Vs. pulitore una buona profumazione, ne aumenta la capacità battericida.

 

Semplice ed efficace!

 

Questo è solo un piccolo esempio.. ma ce ne sono tanti altri..!

 

Insomma se ognuno di noi da domani comincerà a fare delle scelte concrete nel quotidiano – semplicemente facendo la spesa – che rispettino la propria salute e quella dell’ambiente, avremo la possibilità di rallentare, diminuire e chissà .. forse fermare l’inquinamento, della nostra terra, della nostra casa, della nostra vita.

 

Sabrina Canè – Naturopata

Noi e l’ambienteultima modifica: 2011-02-05T20:56:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento