Ledum Palustre

ledum palustre

ADESSO TROVI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SUL NUOVO BLOG NATUROPATIA E BENESSERE.

Inizia il caldo e con lui arrivano anche le tanto odiate zanzare.

Per proteggerci un po’ è possibile fare una sana “prevenzione” con un buon prodotto omeopatico che si trova nelle farmacie in granuli:  il Ledum Palustre.
Il LP (Rhododendron tomentosum) anche conosciuto come “rosmarino selvatico” è una pianta che altera l’odore del nostro corpo, rendendolo sgradevole alle zanzare (ma solo alle zanzare, non è percepito dall’olfatto umano…!!).

Si trova in farmacia sotto forma di granuli omeopatici ma anche nelle erboristerie e supermercati sotto forma di creme e repellenti.
In merito alla formulazione in granuli omeopatici  attenzione alle varie diluizioni sulle quali vorre fare un pò chiarezza: le diluizioni basse sono indicate per bambini e anziani, sono più “dolci” e consigliate per una assunzione giornaliera e per terapie lunghe, es. 5CH- 3 granuli 3 volte al dì.

Le diluizioni più alte es. 30CH – tubetto monodose, si prendono settimanalmente o anche mensilmente es. 200CH e sono più potenti e indicate anche per terapie d’urto.

Queste sono indicazioni generiche, consiglio di chiedere -prima dell’acquisto – al farmacista esperto in prodotti omeopatici o a un medico omeopata.

Per tutti i prodotti omeopatici valgono alcune le regole da seguire per migliorarne l’efficacia:

– evitare di mangiare nei 15 minuti prima e dopo l’assunzione
– non toccare i granuli con le mani ma farli scivolare direttamente sotto la lingua e attendere che si sciolgano
– non masticare i granuli
– evitare di lavarsi denti subito prima e/o dopo (la menta diminuisce l’effetto)

Gli effetti non sono immediati, quindi non aspettate di arrivare a luglio pensando che poi con i 200ch tutto si risolva…

Bisogna iniziare adesso e proseguire fino a settembre.

La diluizione è solo una questione di praticità. Se siete smemorati e non potete portarvi dietro i granuli da prendere tre volte al giorno optate per diluizioni monodose.

Personalmente io preferisco i 30CH per una questione di praticità, ma sono ottimi da prendere anche i granuli alla 5 CH perché ritengo che, come per le piante, sia meglio un bicchiere d’acqua al giorno che una doccia al mese, ma ci sono piante e piante e quindi ognuno di noi reagisce in maniera diversa. Bisogna provare e trovare la giusta dose in rapporto al nostro fisico.

Tutto quanto sopra esposto è – e resta – un consiglio.

Non ci sono certezze: se passiamo le nostre giornate nei campi o in ufficio probabilmente avremo effetti diversi.

Io l’ho provato e posso dire che anche stando in giardino all’imbrunire le punture sono rare e quelle poche meno fastidiose del solito..!

Ricordatevi di chiedere consiglio, prima dell’acquisto, al Vs. farmacista e/o medico omeopata.

Buona estate a tutti


Sabrina Canè – Naturopata

 

photo credit: Anders Lennver via photo pin cc

 

Se questo post ti è piaciuto iscriviti alla nostra newsletter e rimani sempre aggiornato su “Naturopatia ed altro”

Ledum Palustreultima modifica: 2012-05-15T16:59:00+00:00da sabrinasilvia
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento