IL SALE

sale,naturopatia,debora sangalli

 

Il sole prosciuga l’acqua del mare e così nasce il sale, che ne conserva i biofotoni energia vitale pura.”

 

Il sale sempre presente nelle nostre disponse puo’ essere utilizzato come valido rimedio d’emergenza per alcuni piccoli problemi quotidiani; una sorta di pronto soccorso casalingo.

ORO BIANCO

 

Furono i cinesi ad utilizzare per primi il sale, oltre 5.000 anni a.C.; lo ricavavano in modo molto naturale, aspettavano che l’acqua salata evaporasse e poi lo raccoglievano.

 

Gli Egizi lo utilizzavano nel processo di mummificazione e per conservare carne e pesce già nel 2000 a.C.

 

I Romani crearono la loro produzione interna alla foce del Tevere a Ostia costruendo per il trasporto la via Salaria. La parola salario è stata coniata proprio dai romani che pagavano i soldati anche con un sacchetto di sale, considerato un minerale preziosissimo, si chiamava ORO BIANCO, tanto era caro.

 

Non possiamo dimenticare che nel 1930 Ghandi organizzò la famosa marcia del sale per protestare sulla tassa troppo onerosa che il governo inglese aveva applicato.

 

QUALE SALE ?

 

In commercio troviamo diversi tipi di sale, integrale, naturale, fleur du sal, salgemma ed in fine il sale cristallino o sala dell’Himalaya che da poco ha iniziato ad essere presente nelle nostre case.

 

Possiamo tranquillamente dire che il sale migliore per il nostro organismo è il sale dell’Himalaya, che conserva tutti gli 84 elementi presenti e necessari al nostro organismo. Grazie alla particolare struttura dei suoi cristalli gli 84 elementi sono perfettamente assimilabili. E’ il più raro e pregiato ed ahimè è anche il più caro.

 

Per uso esterno possiamo ricorrere al sale meno pregiato.

 

COME SI USA

 

  • ANTIDOLORIFICO: le applicazioni locali asciutte di sale leniscono dolori di qualunque tipo. Mal di denti, orecchio, schiena, contrazioni muscolari alle spalle, dolori cervicali ma anche dolori articolari e di altra natura. Scaldare il sale e metterlo in un sacchetto di tela, posizionarlo quindi sulla parte dolente e se necessario proteggere la pelle con un ulteriore panno. Una volta che si è raffreddato rimuovere il sacchetto. Si puo’ ripetere più volte.

  • MALATTIE DELLA PELLE: per combattere le malattie della pelle, micosi, herpes simplex o semplicemente per migliorare l’aspetto della pelle del viso si possono ottenere eccellenti risultati effettuando frizioni con sale cristallino. Anche in caso di punture di insetti, gonfiori e problemi alle articolazioni possiamo ottenere sollievo.

  • MALATTIE DELLE VIE RESPIRATORIE: in caso di infiammazioni dei seni paranasali, dell’orecchio o quando è in arrivo una rinite è consigliata l’inalazione di soluzione idrosalina. In questo modo si stimola l’irrorazione sanguigna dei bronchi e delle mucose, conseguentemente il catarro si scioglie e le infiammazioni si riducono. Non dimentichiamo di effettuare anche i lavaggi nasali in entrambe le narici. In caso di bronchite, asma, allergie da polline o polvere l’aria ricca di sale riduce i sintomi. In inverno mettere delle bacinelle con un pugno di sale, o più efficacemente posizionare degli asciugamani bagnati con acqua e sale.

  • DISTURBI DELLA VESCICA O RENALI: fare dei semicupi (bagni parziali) in caso di infiammazioni nella zona genitale e di disturbi della vescica o renali. Pediluvi con soluzione salina rinforzano la funzionalità renale e vescicale e combatte le micosi del piede, i piedi freddi, l’insonnia e disintossica.

 

CONSIGLI IN PILLOLE:

 

Soluzione di acqua e sale per disinfettare piccole ferite; per gli ematomi fare impacchi di acqua e sale. Il sale può essere usato come deodorante e le ascelle possono essere efficacemente lavate con acqua e sale. Per i dolori mestruali fare un impacco di sale.

 

 

E CHE ALTRO AGGIUNGERE SE NON CHE UN PIZZICO DI SALE NELLA VITA FA’ SEMPRE BENE ….

 

A cura di Debora Sangalli Naturopata

 photo credit: H is for Home via photo pin cc

IL SALEultima modifica: 2012-06-15T12:16:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento